didattica

APPELLI D'ESAME, CALENDARIO, LEZIONI, ESERCITAZIONI E LABORATORI.
LA DIDATTICA DEL POLI CHE VORREMMO!

appelli

Aumentiamo gli appelli annui

Proponiamo di aumentare il numero totale di appelli disponibili durante l’anno accademico ad almeno 7, come già accade in moltissime altre università italiane. Aumentando il numero di appelli si faciliterebbe l’organizzazione dello studio e si eviterebbero casi di sovraccarico di studio dovuto alle sovrapposizioni, senza però alterare la qualità della didattica.

Sessioni straordinarie per ripetenti e fuoricorso

Come già accade in molte altre università, chiediamo che in concomitanza con le prove in itinere ci sia anche una sessione di recupero per permettere a ripetenti e fuoricorso di sostenere gli esami indietro. Chiediamo inoltre che anche alla magistrale siano previsti i giorni di stop alla didattica per i parziali, da dedicare agli appelli di recupero.

Calendarizzazione informatica

Esami che si sovrappongono, date poco distanziate…

Il Politecnico nel programmare la sessione d’esame usa ancora un
sistema a mano!

Vorremmo che si lavorasse ad un software per la programmazione della sessione o che se ne utilizzi uno già esistente, per poter programmare e comunicare subito e in maniera efficiente le date degli esami.

No al riprovato e al salto d’appello

Purtroppo ancora in molti corsi viene fatto uso del “riprovato”, che obbliga unə studentə che ha conseguito una valutazione insufficiente a doversi ripresentare alla sessione successiva, senza poter dare gli altri appelli della stessa sessione. Pensiamo che questa misura, che è soltanto punitiva e non risolutiva, vada abolita in quanto mira a punire lз studentз invece che ad aiutarlз creando un clima privo di ansia durante l’esame.

Istituzionalizzazione dei parziali

Proponiamo di istituzionalizzare i parziali e di rendere il primo appello d’esame accessibile a tuttз lз studentз (sia a chi deve sostenere unicamente il secondo parziale sia chi deve sostenere l’appello totale), di modo da rendere le sessioni d’esame più proficue possibile.

Didattica a Distanza

Mantenere le registrazioni

Chiediamo l’obbligatorietà di registrazione delle lezioni nelle aule predisposte anche dopo il periodo di emergenza sanitaria. Le
registrazioni infatti risolvono i problemi di sovrapposizione delle lezioni permettendo allз studentз di frequentare tutti i corsi, oltre che essere fondamentali in caso di malattia.

Vademecum DaD

Vogliamo far implementare delle linee guida per aiutare lз professorз nel gestire le lezioni online e gli esami online (uso di strumenti digitali, videocamera accesa, uso della chat…), al fine di rendere più semplice e interattiva la Didattica a Distanza.

Regolamentazione esami online

Basta esami online impossibili

Nelle scorse sessioni d’esame è capitato purtroppo che alcuni corsi prevedessero modalità d’esame esageratamente complicate, basandosi peraltro sulla supposizione errata che ogni studentə copi, e rendendo così impossibile l’esame per tuttз. Voti massimi che si abbassano, esami su Moodle o Respondus non navigabili, tempi ristrettissimi, bocciature per problemi di connessione… Chiediamo che il Politecnico abbia una regolamentazione più uniforme sugli esami telematici, che garantisca delle linee guida per evitare complicazioni inutili e che si incentri sulla valutazione oggettiva dei programmi didattici, e non sull’evitare comportamenti scorretti.

No ai cambi dell’ultimo minuto

È successo purtroppo che in alcuni insegnamenti le modalità d’esame siano cambiate (anche più volte) a pochi giorni di distanza dal giorno dell’esame, causando parecchi problemi allз studentз. Vorremmo che in un’eventuale sessione d’esami online (ma anche nelle sessioni normali) le modalità d’esame vengano esplicitate chiaramente all’inizio del corso, in modo da evitare cambi di programma all’ultimo.

Massimo un dispositivo con telecamera

Non tuttз hanno due dispositivi con telecamera funzionante, tanto meno 3 o addirittura 4 come richiesto da alcunз professorз. Tant’è che sono in moltз a doverli richiedere per l’occasione ad amicз o famigliarз, cosa che però non sempre è possibile. La possibilità di dare un esame non può dipendere dalle condizioni materiali di ciascunə di noi.

Orali di controllo e sessioni infinite

Chiediamo che venga regolamentata la durata della sessione d’esame e che si evitino orali di controllo che si riversano sul semestre successivo, sovrapponendosi ai corsi.

Piano di Studi

Ostacolo esami non superati

Chiediamo che i CFU degli esami non superati non siano di ostacolo per la compilazione del Piano di Studi. A tal fine, come accade già in molte università italiane, chiediamo che un esame non superato non venga più conteggiato tra gli esami dell’anno nuovo ma dia comunque diritto a frequentare il corso e a sostenere l’esame.

Limite CFU

Chiediamo che venga tolto il limite degli 80 CFU nel piano di studi e che si eviti la sovrattassa del 130% qualora si superassero i 74 CFU, per permettere a tuttз di costruire liberamente il proprio piano di studi senza dover sottostare a ostacoli economici.

Più garanzie sul valore formativo dei tirocini/stage curriculari

Lo svolgimento di un’attività di tirocinio o di uno stage curriculare esterno al Politecnico necessita di maggiori tutele e garanzie, soprattutto su una maggiore supervisione da parte dei tutor aziendali per visionare il regolare svolgimento dell’attività per evitare fenomeni di sottomansionamento e sfruttamento. Inoltre, è necessario pensare ad una adeguata retribuzione delle attività di tirocinio, che vada da rimborso delle spese in caso di spostamento verso sedi lontane alla totale remunerazione in quanto attività lavorativa e non solo formativa.

Maggiore personalizzazione

Proponiamo di ampliare l’offerta formativa in tutti i corsi di laurea con la possibilità di avere un maggiore numero di insegnamenti a scelta, soprattutto nei 2° e 3° anni delle LT.

Rimozione corsi facoltativi

Chiediamo che gli insegnamenti facoltativi, e non sostenuti, inseriti nel Piano di Studi possano essere rimossi durante le modifiche semestrali.

Applicativo

Chiediamo un nuovo applicativo a supporto della compilazione del piano di studi che sia chiaro, fruibile ed efficace oltre che integrato con lo stile grafico del sito del Politecnico.

Accesso alle lauree Magistrali

Abolizione delle medie di accesso alla magistrale

Nel nostro ateneo la percentuale di abbandono degli studi durante la triennale è molto elevata, e a livello europeo il nostro paese è in penultima posizione secondo i dati OCSE per percentuale pro capite di giovani laureati. Visto che la didattica può essere garantita tramite i fondi che possiede il Politecnico, chiediamo perciò di rimuovere le soglie minime per l’accesso alla magistrale in modo da garantire a tuttз il diritto allo studio, o perlomeno di abolire gli incrementi temporali delle soglie (ad esempio molti corsi hanno una soglia che si alza per ogni semestre di ritardo).
Questa misura è volta a tutelare anche studentз lavoratorз, studentз che praticano sport agonistico, studentз con malattie e simili che spesso non raggiungono la soglia richiesta per motivi slegati dal mero impegno accademico. Il tutto anche considerando le difficoltà generali e trasversali scaturite dalla pandemia.

Possibilità di scelta

In alcuni corsi al terzo anno della triennale è possibile scegliere se seguire un percorso formativo (propedeutico alla magistrale) o applicativo (per essere introdotti al mondo del lavoro); Proponiamo di introdurre questa possibilità in tutti i corsi, dando la possibilità allз studentз di seguire il percorso che meglio si adatta loro.

Trasparenza, informazione e feedback

Informazioni chiare e disponibili, sempre

Purtroppo moltissime informazioni utili non vengono divulgate in modo efficace e facilmente fruibile: accesso ai corsi, agevolazioni su tasse e servizi, bandi Erasmus, immatricolazione in magistrale, cambi di corso… Chiediamo una comunicazione più frequente e più accessibile allз studentз su informazioni e servizi offerti dall’ateneo.

Kit dello studente

Chiediamo che il Politecnico metta a disposizione di ciascunə studentə un kit digitale in cui siano facilmente reperibili tutte le informazioni relative a servizi generici (di Ateneo) e specifici (di Scuola e Corso di Studi), rendendolo personalizzabile a seconda di interessi ed esigenze.

Trasparenza nelle decisioni

Chiediamo all’ateneo di comunicare tempestivamente a tutta la comunità studentesca le decisioni riguardanti lз studentз, come ad esempio iniziative e servizi promossi nonché le delibere degli organi accademici, eventualmente inserendo una nuova sezione nella newsletter di ateneo. Questa proposta nasce per evitare che si verifichino nuovamente situazioni poco chiare sulle disposizioni di ateneo come ad esempio per il rientro in modalità mista a settembre 2020.

it_ITItalian