INCLUSIVITÀ

ASSORBENTI GRATUITI, SPORTELLO PEER-TO-PEER, TUTOR PER DSA E SUPPORTO PSICOLOGICO.
NOI NON LASCIAMO INDIETRO NESSUNO!

Eventi di sensibilizzazione sull’inclusività

Chiediamo che il Politecnico si faccia carico di organizzare periodicamente eventi o attività che abbiano lo scopo di sensibilizzare la componente studentesca sui temi di inclusività come l’antirazzismo, il femminismo e i diritti LGBTQ+ coordinando l’organizzazione con le associazioni e i gruppi studenteschi.

Partecipazione a eventi/attività/iniziative resa inclusiva per tuttз

Chiediamo che il Politecnico si impegni a rendere accessibili le iniziative a tuttз lз studentз che fanno parte della comunità politecnica con attenzione alla comunità internazionale, lз studentз Erasmus e tuttз coloro i quali non parlano italiano.

femminismo

Sponsorizzazione e sensibilizzazione

Chiediamo un maggiore sforzo da parte del Politecnico nella pubblicizzazione degli organi che si occupano di tematiche di genere oltre che l’organizzazione di eventi di sensibilizzazione.

Proponiamo di integrare tali eventi nel contesto degli Open Day per incentivare l’iscrizione di studentesse in aree tradizionalmente a prevalenza maschile, sullo stampo dell’iniziativa “We are HERe” del PoliTo.

Assorbenti gratuiti

Chiediamo che vengano installati nei bagni dell’ateneo dei distributori di assorbenti gratuiti, sia per andare incontro alle necessità e ai bisogni della comunità femminile del Politecnico sia per lanciare un segnale contro la tassazione italiana sugli assorbenti (ad oggi al 22%, al pari dei beni di lusso).

In questo modo il Politecnico sarebbe il primo ateneo in Italia a promuovere tale iniziativa e porsi come apripista per altre istituzioni.

Sportello Antiviolenza

Proponiamo di istituire uno sportello antiviolenza all’interno del Politecnico, dove ognunə possa accedervi gratuitamente.

Questa proposta, ad esempio, è già stata attuata in UniTo, con una convenzione tra l’ateneo e un Centro Antiviolenza (CAV) laico.

Regolamento molestie

Come già accade a Bologna, vorremmo che nel regolamento d’ateneo venga aggiunta una parte relativa alla violenza di genere e alle molestie, con l’obiettivo di sensibilizzare maggiormente al tema (di cui abbiamo già appurato la forte necessità, come testimoniano le numerose storie di molestie comparse sulla pagina Instagram spotted.polimi).

LGBTQIA+

Sportello peer-to-peer

Chiediamo l’attivazione di uno sportello peer-to-peer laico per segnalare (anche in forma anonima) casi di violenza da poter poi essere rimandati a enti competenti come consultori e CAV sul territorio.

Doppio alias

Dopo le notevoli migliorie che abbiamo introdotto quest’anno sul doppio libretto, vorremmo ulteriormente migliorare il protocollo per le carriere alias (ad esempio tramite il rilascio del badge d’ateneo senza il dead name) e pubblicizzarne l’esistenza.

Contraccettivi gratuiti

Vista l’altissima incidenza delle Malattie Sessualmente Trasmissibili (MST) tra le fasce più giovani della popolazione italiana pensiamo che un’istituzione come il Politecnico possa contribuire alla sensibilizzazione al tema delle MST installando dei distributori di contraccettivi gratuiti e promuovendo eventi di formazione e coinvolgimento.

Integrazione Bilancio di Genere

Vorremmo che l’ateneo unisca al Bilancio di Genere annuale un’integrazione dal punto di vista della situazione e delle azioni intraprese/da intraprendere a proposito delle tematiche LGBTQIA+, eventualmente in modo autonomo.

dsa

Supporto personalizzato

Chiediamo un’implementazione del servizio Multichance con supporto più personalizzato a seconda del disturbo specifico, con colloquio individuale con lз professorз del corso per stabilire eventuali metodologie specifiche per il superamento dell’esame.

In generale chiediamo che sia aumentato l’organico a supporto in modo da garantire una maggiore attenzione a ognunə.

Regolamenti

Chiediamo di implementare un regolamento per studentз DSA con diritti e tutele.

Inoltre, riteniamo opportuno regolamentare i supporti forniti in modo da non ricadere nelle “misure equivalenti” che in realtà finiscono solo per danneggiare lз studentз in quanto aumentano l’incidenza di ogni errore sul voto.

Tutor per il percorso accademico

Chiediamo che ogni studentə DSA venga affiancatə e seguitə da un tutor durante il percorso accademico, che si interfacci in maniera più personale e specifica, e che aiuti per risolvere eventuali criticità o problemi.

Formazione del personale

Chiediamo l’introduzione di un corso di formazione rivolto a professorз e personale addetto alla didattica riguardo ai disturbi specifici dell’apprendimento e ai mezzi dispensativi per la didattica.

supporto spicologico

Migliorare il servizio PoliPsi

Chiediamo di migliorare il servizio del supporto psicologico “PoliPsi” incentrato più sul benessere personale piuttosto che sull’ottica performativa.

Chiediamo di creare percorsi di counseling più diversificati, e in generale di pubblicizzare meglio i servizi offerti.

Creazione protocollo presa in carico

Proponiamo di attivare un protocollo più definito sulle prese in carico dal servizio e il rapporto con Multichance per non lasciare indietro nessunǝ.

it_ITItalian