SOSTENIBILITà

UFFICIO SOSTENIBILITà, CONVENZIONI E TRASPORTI GRATUITI, DIMINUZIONE DEGLI SPRECHI.
there is not planet b!

Ufficio sostenibilità interno al Politecnico

Istituzione Ufficio Sostenibilità

Chiediamo l’istituzione di un Ufficio Sostenibilità di ateneo col compito di monitorare e supervisionare tutte le tematiche ambientali collegate al nostro ateneo in quanto reputiamo poco incisivo il progetto “Città Studi Campus Sostenibile” avviato con l’Università Statale.

Così facendo si potrà realmente avere un’attenzione reale e costante al tema della sostenibilità ambientale, da un punto di vista generale e non soltanto locale.

Attività dell’Ufficio Sostenibilità

Vogliamo che tale ufficio si occupi di tutto l’ateneo e che il proprio contributo sia determinante per le scelte e le decisioni degli organi di governo del Politecnico.

Infine, chiediamo che abbia anche una quota di rappresentanza studentesca (sullo stile di CUG e CUS).

Scorecards sostenibilità

Chiediamo che le scelte dell’ateneo che impattano sulle questioni ambientali e di sostenibilità siano soggette a valutazioni oggettive da parte dell’Ufficio Sostenibilità, in modo da monitorare costantemente l’impatto ambientale e l’impronta ecologica del Politecnico.

mobilità sostenibile

Convenzioni per studentз

Vorremmo che il Politecnico implementasse e migliorasse le convenzioni per studenti fatte con le compagnie di trasporti come Trenitalia, Trenord, Italo, Flixbus… al fine di ottenere sconti e agevolazioni che siano realmente di aiuto allз studentз.

Vorremmo implementare le convenzioni con le compagnie di trasporto in sharing sostenibile, come i motorini elettrici (Cityscoot, Cooltra e Acciona).

Trasporti cittadini gratuiti

Il nostro obiettivo è quello di avere trasporti pubblici cittadini gratuiti per lз studentз, come già accade in altre realtà universitarie (PoliTo).

Ciclofficina a Leonardo

Come già dichiarato nella sezione Servizi – Trasporti chiediamo l’istituzione di una Ciclofficina per lз studentз nella sede di Leonardo, sullo stampo di quella già esistente a Bovisa.

mobilità sostenibile

Meno plastica

Per combattere il consumo e lo spreco di plastica proponiamo che venga fornita gratuitamente o con sovvenzione una borraccia di alluminio per tuttз lз studentз.

Inoltre, vogliamo che i distributori d’acqua (naturale e frizzante) vengano aumentati e segnalati più efficacemente in modo che unǝ studentǝ riesca a individuare facilmente il distributore (come si individuano facilmente i servizi igienici).

Nuovi criteri per le mense e km0

Vorremmo che il Poli introducesse dei criteri ambientali nei suoi bandi per le mense, e che istituisse un mercatino di prodotti sfusi locali all’interno del campus.
In quest’ottica proponiamo che vengano fatte delle convenzioni con produttori locali per quanto riguarda il rifornimento dell’eventuale mercatino, delle mense e delle macchinette, ed anche con quelle app e servizi che vogliono combattere lo spreco alimentare, come ad esempio TooGoodToGo.

Riduciamo lo spreco alimentare

Chiediamo che vengano fatte delle convenzioni per distribuire il cibo avanzato dalle mense allз più bisognosз invece che buttarli aumentando lo spreco alimentare.

Sensibilizzazione

Vogliamo una maggiore sensibilizzazione circa l’impatto ambientale del cibo presente in ateneo ed un uso cosciente delle macchinette.

Rifiuti & riciclo

Accordi col Polishop

Proponiamo che vengano effettuati degli accordi con il PoliShop, volti alla vendita di kit da tavola, con posate e bicchiere, e di borracce come descritto sopra a prezzi calmierati per incentivarne l’acquisto.

Miglioriamo la raccolta dell’umido

Riteniamo che il numero di cestini per l’umido non sia sufficiente, chiediamo quindi che vengano aumentati e che venga aperto un impianto di compostaggio in Bovisa, la cui realizzazione e gestione potrebbe essere fatta con l’aiuto di dottorandз e studentз.

Una rete più sostenibile

Vogliamo inoltre che venga anche adottato e incentivato l’utilizzo di motori di ricerca sostenibili e di siti web di aziende B-Certificate, come ad esempio Treedom con il quale si potrebbe proporre una collaborazione ed uno sconto studenti.

Riduciamo l’impatto della nostra impronta elettronica

Vista l’enorme quantità di materiale informatico presente chiediamo che ne venga fatta una valutazione dell’impatto ambientale, che venga aumentata la vita dei PC tramite l’utilizzo di sistemi informatici più leggeri e che, una volta finito il ciclo vitale delle componenti, esse vengano donate ad enti terzi per allungarne la vita il più possibile.

Aumentiamo il riciclo nei laboratori

Vista l’ingente quantità di rifiuti prodotti dai laboratori, principalmente ad AUIC e Design, chiediamo che tutto il materiale non utilizzato o scartato venga recuperato.

Proponiamo che si creino degli spazi in cui poter lasciare i modellini già revisionati separandone i componenti in base ai materiali nell’ottica del riutilizzo.

comportamenti sostenibili

Più controllo sui consumi

Segnalare solo i gas climalteranti non basta, chiediamo che vengano indicate anche altre voci come il consumo di acqua, la quantità di rifiuti riciclati, la quantità di energia utilizzata… e che inoltre venga implementato il report ambientale annuale con le analisi del consumo dell’acqua, le temperature degli edifici e le fonti fossili utilizzate per alimentare il Politecnico.

App segnalazione guasti

Ad oggi l’iter di segnalazione dei guasti è affidato ad una sezione dell’applicazione del Politecnico e la procedura è piuttosto complessa e anti-intuitiva.

Chiediamo che venga migliorata, semplificata e maggiormente sponsorizzata anche in ottica dell’imminente riformulazione dell’applicazione di ateneo in corso.

Tale procedura dovrebbe permettere di segnalare rubinetti malfunzionanti, climatizzazioni sbagliate e ogni altro tipo di guasto anche servendosi della partecipazione studentesca.

Giornata tematica

Chiediamo l’introduzione di una giornata dedicata al tema della sostenibilità in ateneo.

Più trasparenza

Chiediamo inoltre che venga migliorata la comunicazione e la trasparenza dei piani e dei bilanci ambientali dell’ateneo. Attualmente, infatti, reperire tali informazioni risulta abbastanza difficoltoso.

it_ITItalian