tutto quello che bisogna sapere sulle tasse al poli

come funziona

La prima cosa da sapere sulle tasse al poli è che variano a seconda dell’ISEE: ma cos’è sto ISEE? È l’Indicatore della Situazione Economica Equivalente, una sorta di indicatore del grado di ricchezza della propria famiglia, in base ai patrimoni e ai redditi. Per sapere come si fa ad ottenerlo, c’è una guida apposita che abbiamo fatto, la trovi qui.

Come incide l’ISEE sulle tasse universitarie? Praticamente ci sono dei “gradoni“, ovvero a ogni fascia economica dell’ISEE corrisponde un gradone, cioè il valore da pagare. Poi c’è la no tax area, che è una certa soglia di ISEE sotto al quale non si pagano le tasse. Tra la no tax area e i gradoni infine c’è una zona cuscinetto, nella quale il valore della tassa è direttamente proporzionale all’ISEE.

Vediamo il grafico:

Puoi scriverci per qualsiasi cosa!

Ci sono un po’ di cose che si possono notare:

  • con valori ISEE inferiori a €30.000 ci sono 3 casi separati, enunciati in legenda, che si basano su dei requisiti. Il primo requisito (requisito CFU) ce l’hanno gli studenti che nel corso dell’anno accademico precedente (fino al 10 agosto) hanno conseguito almeno 25 CFU (10 CFU se si è al 2° anno, 0 CFU se si è al primo), mentre il secondo requisito si riferisce allo status di fuoricorso (requisito iscrizione), che significa che ce l’hanno solo gli studenti iscritti al più da un numero di anni pari alla durata del corso + 1 (per le lauree triennali, essere iscritti da al più 4 anni, per le lauree magistrali, essere iscritti da al più 3 anni).

  • In realtà il valore delle tasse non è mai 0, infatti c’è una tassa minima che paghiamo tutti, pari a €172,20 (che comprende €140 di tasse regionali, una marca da bollo da €16 e un’assicurazione da €16,20). Definiamo allora il totale delle tasse da pagare come la somma tra questi €172,20 e il resto, che chiamiamo contributo onnicomprensivo.

  • l’unica parte che non segue un andamento “a gradoni” è quella tra €20.000 e €30.000 di ISEE, per cui la formula per il contributo onnicomprensivo è (ISEE – 20.000) /(15,8730) se l’ISEE è tra 20 e 22 mila, mentre è (ISEE – 22.000)/(8,4656) + 126 se l’ISEE è tra 22 e 30 mila (la linea verde del grafico). Al valore della formula quindi vanno aggiunti i €172,20 per ottenere le tasse totali. Se non si ha il requisito iscrizione invece questa formula diventa min{200; [(ISEE –22.000)/8.4656+126]*1.5} (con massimo pari a €1474,00 – la linea blu del grafico). Anche in questo caso per ottenere le tasse totali bisogna sommare €172,20 alla formula.

    Svelato il mistero per la fascia tra 20.000 e 30.000, vediamo cosa succede nella no tax area: chi rispetta tutti i vincoli paga soltanto i €172,20, chi è fuoricorso da almeno un anno paga €200 e chi non rispetta il requisito dei CFU paga €895,20. Ti suona familiare questa cifra? Tra un attimo ci arriviamo.

    Infine, chi non ha né il requisito di CFU né il requisito iscrizione (oppure si trova sopra i 30.000 di ISEE), paga appunto a seconda dei gradoni (linea rossa del grafico), come in questa tabella:

    PAGINA CON LE TABLE
    fascia ISEE fino a 23.0120 tra 23.121 e 27.000 tra 27.001 e 31.000 tra 31.001 e 40.000 tra 40.001 e 51.000 tra 51.001 e 63.000 tra 63.001 e 75.000 tra 75.001 e 95.000 sopra ai 95.000
    1° rata €895,20 €895,20 €895,20 €895,20 €895,20 €895,20 €895,20 €895,20 €895,20
    2° rata €0 €419,00 €751,00 €1.065,00 €1.386,00 €1.713,00 €2.040,00 €2.466,00 €3.003,00
    totale €895,20 €1.314,20 €1.646,20 €1.960,20 €2.281,20 €2.608,20 €2.935,20 €3.361,20 €3.898,20

    L’ultima caratteristica peculiare delle tasse al poli è che il contributo onnicomprensivo varia a seconda dei CFU inseriti nel piano di studi. Anche qui c’è una tabella di riferimento, dove bisogna considerare appunto i CFU inseriti nel piano di studi a inizio anno. Il calcolo da fare in questo caso è prendere il contributo onnicomprensivo, moltiplicarlo per il valore della tabella e aggiungere di nuovo i €172,20 per avere il totale delle tasse da pagare.

    PAGINA CON LE TABLE
    CFU 0 - 32 33 - 45 46 - 74 75 - 80
    valore 0,5 0,75 1 1,3

    1° e 2° rata

    Bene, dopo aver capito il sistema, è tutto in discesa. Come saprai, le rate al poli si dividono in prima e seconda: la prima si paga solitamente a inizio settembre o comunque precedentemente all’inizio delle lezioni, la seconda invece si paga a fine secondo semestre, verso giugno.

    Per chi rientra nel sistema a gradoni (linea rossa), la prima rata corrisponde sempre ai famosi €895,20 mentre la seconda è pari alla somma totale – la prima rata (come specificato nella tabella sopra).

    Negli altri casi, la prima rata può essere al massimo di €895,20 quindi se il totale da pagare è inferiore a questa cifra si pagherà di meno (mentre se è superiore, si pagheranno i €895,20 alla prima rata e il resto alla seconda rata).

    Se vuoi soltanto sapere quanto dovresti pagare te, allora puoi calcolartelo direttamente tramite l’algoritmo automatico qua sotto, che ti dirà esattamente le tasse da pagare.


    it_ITItalian