perché proprio "indipendenti"?

Essere indipendenti per noi significa non rispondere a logiche di partiti, lobby o credi religiosi che nulla hanno a che fare con ciò che avviene nella nostra università. Quello che avviene negli organi d’ateneo dovrebbe essere deciso nel solo interesse di chi l’università la vive tutti i giorni, e non di altri soggetti esterni. 

Per noi la rappresentanza è sempre un mezzo e non un fine: crediamo che la partecipazione attiva nelle politiche del Poli sia uno strumento per poter migliorare il più possibile la vita studentesca, e per questo ogni nostra iniziativa parte dal coinvolgimento diretto degli studenti nelle nostre proposte e iniziative.

Abbiamo un’idea alternativa di università, che dovrebbe essere laica, accessibile a tutti, che rappresenti un luogo formativo, inclusivo, indipendente ed equo.

il primo ruolo di un rappresentante è ascoltare la voce degli studenti

Scrivici se hai un problema nel tuo corso di studi, o se vorresti portare una proposta per migliorare il poli

i nostri rappresentanti

organi centrali
senato accademico

Proposte per migliorare il Politecnico, segnalazioni di problemi generali, idee per contribuire

scuole
scuola 3i

Proposte per migliorare il la Scuola 3I, progetti, segnalazioni di problemi che non si riescono a risolvere in CCS, idee per i corsi di ingegneria

scuola auic

Proposte per migliorare la Scuola AUIC, segnalazioni di problemi che non si riescono a risolvere in CCS, idee per i corsi di Architettura, Urbanistica e Ing, Edile

scuola design

Proposte per migliorare il la Scuola del Design, segnalazioni di problemi che non si riescono a risolvere in CCS, idee per i corsi di design

scuola Icat

Proposte per migliorare la Scuola ICAT, segnalazioni di problemi che non si riescono a risolvere in CCS, idee per i corsi di ing. Ambientale e Ing. Civile

comitato unico di garanzia
cug

Proposte per l’inclusività, problemi legati alle discriminazioni, progetti volti alla riduzione del gender gap

le nostre proposte in pillole

7 appelli all'anno. per tuttз

Come accade nella maggior parte delle altre università italiane, vogliamo che il Poli conceda 7 appelli annui per tutte le scuole, in modo da facilitare l’organizzazione dello studio

assorbenti gratuiti

Proponiamo di inserire nei bagni dell’ateneo dei distributori di assorbenti gratuiti e razionati, come supporto alla comunità femminile del Poli e come segnale contro la tassazione al 22%

sistema di tassazione equo

Vogliamo un sistema di tassazione progressivo, in cui non ci siano gradoni e con una no tax area a €30.000.

Verso la gratuità!

fondo per il materiale didattico

Proponiamo di istituire un fondo per il materiale didattico, a seconda della scuola, per fotocopie, stampe, modelli e materiali, in modo da abbattere i costi della didattica

aumentiamo il buono mensa

Il buono mensa degli studenti DSU basta a malapena per comprarsi un quarto di pizza. Per questo proponiamo che il suo valore sia aumentato di €2 rispetto al suo valore attuale

borracce per tuttз

Per ridurre l’impatto ambientale degli studenti evitando l’ennesima bottiglietta di plastica, chiediamo che il poli dia una borraccia ciascunə, valorizzando così anche gli erogatori d’acqua installati nei campus

miglioriamo le segreterie

Una grande pecca del nostro ateneo è il funzionamento delle segreterie, per questo vogliamo che l’ateneo investa nei servizi di supporto e helpdesk offerti

spazi aperti, anche di sera

Vogliamo aumentare gli spazi aperti anche nei weekend e giorni festivi, oltre che ad estendere gli orari degli spazi come le mense, i bar e le aule studio anche di sera

it_ITITA